Amiata Crete Senesi Chianti Val d'Elsa Val d'Orcia Val di Chiana Val di Merse Val d'Arbia Siena
 

 

Informazioni Utili
Meteo Toscana
Link Ufficiali
Siti Amici
I Comuni
I mercati
E- Mail

 

 

Le Mie Foto In Flickr

Slider

     

 

Il territorio della provincia di Siena è geograficamente caratterizzato dalle colline dell'antiappennino toscano, che comprende i monti e le colline del Chianti a nor-est le colline metallifere a ovest, le crete senesi verso sud con la propaggine dei rilievi del monte Cetona (1489) e dal monte Amiata (1738), vero e proprio serbatoio d'acqua per l'intera provincia. Numerose le vallate percorse dai fiumi: tra i più importanti l'Arbia, l'Elsa, l'Ombrone, la Merse, l'Orcia, e il Paglia.
Due i bacini lacustri: il lago di Chiusi e quello di Montepulciano situati a sud. La provincia di Siena è suddivisa in aree geograficamente omogenee che sono servite anche a definire, nel tempo, suddivisioni di carattere amministrativo; a nord la Val d'Elsa e il Chianti (al confine con Firenze), al centro la Montagnola senese e l'area che fa riferimento al capoluogo: verso sud-est la Valdichiana (confinante con Arezzo e Perugia) a sud-ovest la Val d'Orcia e poi l'Amiata (verso Grosseto). Ogni zona costituisce un unicum sia dal punto di vista ambientale e paesaggistico, che nei secoli hanno contraddistinto la vita dei borghi e dei paesi.
Le file di cipressi che spezzano il tranquillo andamento sinuoso delle colline senesi infondono al visitatore un senso di pace, di quiete.
La provincia di Siena è uno degli ambienti naturali più affascinanti dell'intera Toscana, ma potrei dire d'Italia, detenendo in questo caso un primato; essere riuscita a preservare colline e cipressi, castelli e vitigni, vallate e corsi d'acqua dell'invasione del mondo moderno.
Una delle zone che offre maggiormente la bellezza di una natura incontaminata è soprattutto la valle del Farma. Incassata tra costoni di roccia e di fitto bosco è principalmente raggiungibile a piedi, essa custodisce un patrimonio di flora e di fauna straordinario, il tasso e il faggio o il tritone alpestre, trota fario e lontra sono di casa.
Le acque del Farma e del Merse prima, e dell'Orcia poi, fanno dell'Ombrone un grande fiume che attraversa le province di Siena e Grosseto andando a sfociare in mare dopo 166 km di viaggio. Stessa importanza per valore ambientale risiede nei due specchi lacustri: i laghi di Montepulciano e di Chiusi, la zona umida di maggiore importanza dell'Italia centrale, punto di transito, svernamento e nidificazione di molte specie di uccelli.
Il territorio senese ha, nel suo ambiente, questa caratteristica di fondo: la natura ben si integra proprio con l'opera dell'uomo, che nel corso dei secoli ha saputo perfettamente integrarsi con lei. Tutto il territorio è compreso in una sorta di grande parco dove il monumento, l'opera d'arte diventa una cosa sola con i sassi, gli alberi, l'acqua i sentieri della Terra di Siena.
Tipico esempio di come l'ambiente sia riuscito a distinguersi con un prodotto è il Chianti, ovvero la terra del vino.
Il Chianti è ormai diventato quasi luogo di culto per molto turismo straniero, che spesso ha deciso di stabilirsi definitivamente nella zona, ristrutturando cascinali e poderi e salvando da un probabile degrado case e terreni.
Il vino e l'ambiente: ovvero anche Brunello di Montalcino, Nobile di Montepulciano, Vernaccia di San Gimignano, tre esempi di come la cultura vinicola sai riuscita a integrarsi alla perfezione con la salvaguardia del territorio.

 


 
 

 

 

 

 

 
   

Back

           

 

 
 
Contatore accessi gratuito

Le foto contenute nel sito sono di proprietà dell'autore. Ogni riproduzione, parziale o modificata è proibita senza l'espressa autorizzazione dell'autore.

© Rolando Cherubini. lamiaterradisiena 2007-2015